domenica 20 febbraio 2011

"Il paese alto" di Mauro Balboni

"Vai a nord, adesso, o sei ancora lì attorno? Stai forse camminando lungo le valli boscose di Algone, di Iron e d'Ambiez? O forse sei sulla Prada, e aspetterai lassopra di vedere la meraviglia della prima nevicata d'autunno coprire di bianco i Brentei come lontane cattedrali di roccia, e aspettarai di vederli brillare nel sole.
Se sei lo spirito di un uomo morto, sei forse tu mio nonno?
Sarai tu un giorno mia madre?
Sei l'ultimo tu?
"

Ecco una breve citazione da un grande libro che mi è stato prestato dall'amico Max:
"Il paese alto" di Mauro Balboni.
Libro ambientanto tra le alpi di Ledro, Brenta e Val d'Ultimo dalla fine degli anni '60 ai primi anni '80.
Il libro parla della ricerca degli ultimi orsi che abitano il Paese Alto, ricerca che coincide con la ricerca di se stessi e delle proprie radici. Molto introspettivo e nostalgico.
Da leggere!

6 commenti:

  1. :-)!

    Anonimo (Md'U)

    RispondiElimina
  2. Mauro Balboni8 aprile 2011 20:33

    Grazie del complimento. Ma dove l'avete trovato il libro ? E' fuori catalogo da anni. Non sapevo che ne girassero ancora copie, le ultime le abbiamo vendute per beneficenza in una serata con la SAT Ledrense nel 2004 (credo).
    Grazie ancora.
    Mauro Balboni

    RispondiElimina
  3. ma che onore: una risposta dall'autore del libro!
    Ne approfitto per complimentarmi ancora, il tuo scritto mi ha toccato il cuore e l'anima.
    Detto questo il libro mi è stato prestato da un amico e non ricordo come lo abbia recuperato, m'informerò ;).
    Per averne una copia come posso fare? Non ci sono più speranze?

    RispondiElimina
  4. Se mi dai un indirizzo te ne spedisco volentieri una -devo averne ancora 6 o 7 (sono impilate dietro ad altri libri quindi non le vedo da dove sono al momento seduto). Ciao.
    Mauro
    PS: il sabato prima di Pasqua gli amici Claudio Groff e Sando De Guelmi mi hanno portato in Val d' Algone / otto ore di marcia in sx orografica - a sentire loro c'era pure un sentiero, anche se io non l'ho notato :-). Non c'ero mai stato, non immaginavo che il Trentino avesse ancora (per fortuna) angoli cosi' selvaggi. C'ancora il Peaese Alto che alligna lassu'. Comunque, oltre ai peli freschi di Orso sui grattatoi abbiamo anche fotografato l'orma della Lince. Un brivido ! (tra l'altro, e' anche nata sulle montagne vicino a dove abito adesso in Svizzera).

    RispondiElimina
  5. Mauro: ok, mi potresti dare la tua email? così ti mando l'indirizzo in privato, grazie mille!

    Ah ma allora se eri con loro un mio amico vi ha ripresi con la fototrappola ;)
    Eh si in Trentino -per fortuna - esistono ancora moltissimi posti in cui il Paese Alto vive e pensa te, la maggior parte li ho scoperti seguendo l'ombra dell'orso :) che per dover di cronaca non ho ancora avuto la fortuna di incontrare :(

    RispondiElimina
  6. Eccolo qua: Mauro_Balboni@hotmail.com

    Scusa il ritardo nel rispondere.

    Mauro

    RispondiElimina