venerdì 27 luglio 2012

27/07/2012 Visita guida al caposaldo austriaco del Nagià Grom (Mori)

Dopo secoli, o meglio ere, finalmente riesco a incontrarmi con gli amici "sudroni" Evelyn e Giordano.
Anziché andare a espugnare castelli come ai bei vecchi tempi scegliamo di andare a visitare il caposaldo austriaco del monte Nagià-Grom, sopra Mori, dove Evelyn fa da guida alle scolaresche.
Ci inerpichiamo lungo la Val di Gresta, antica linea di confine, e lasciamo l'auto poco sopra l'abitato di Manzano, nei pressi del pannello informativo del Nagià Grom.

La costruzione di questo caposaldo è iniziata nella primavera del 1915 e venne fortificato come parte integrante della difesa del territorio di Riva del Garda e la Vallagarina. Questo costituiva un complesso articolato e sulla sommità venne scavata una trincea perimetrale che garantiva una difesa a 360°.
All'interno vi erano camminamenti che assicuravano un collegamento tra il cuore della fortezza (baraccamenti per l'alloggio ufficiali e truppe, magazzini, cisterna da campo e cucina) e le trincee, le postazione artiglierie e gli osservatori.
Il recupero di trincee, postazioni e manufatti è stato fatto grazie all'opera del Gruppo Alpini di Mori.

Saliamo per una mulattiera e raggiungiamo la località Busa delle Anime dove ci sono i resti di una cisterna d'acqua, e dentro questa troviamo una sorpresa: 2 viperozze, di cui una evidentemente appesantita da un recente pasto. Nei pressi della cisterna c'è anche uno dei numerosi depositi scavati in roccia e utilizzati per stipare materiale, viveri e munizioni. Proseguiamo poi all'interno di una trincea che si apre in direzione sud permettendo la vista sulle pendici del Monte Baldo - dove correvano le linee italiane - e sulla parte settentrionale del Lago di Garda.
C'imbattiamo in una Croce austriaca; poco oltre c'è un'altra croce che ricorda la morte di tre bambini dovuta allo scoppio di residuati bellici, come tristemente noto le conseguenze della guerra si protraggono ben oltre la sua fine "ufficiale".
In breve giungiamo alle cucine, magistralmente recuperate dagli alpini di Mori, e lì vicino entriamo in due grandi caverne all'interno delle quali erano state realizzate delle baracche di legno per l'alloggio dei soldati.
Rientriamo in trincea e dopo aver superato alcune piazzole per artiglieria di piccolo e medio calibro, giungiamo ad una fuciliera.
Attraverso dei camminamenti ci spostiamo verso est e raggiungiamo un'altra fuciliera che è stata coperta con del legname come testimoniava una foto d'epoca.
Facciamo una piccola pausa e poi raggiungiamo un osservatorio posto su due livelli dal quale la vista spazia sul Pasubio, sullo Zugna, sull'altopiano di Brentonico e i paesi di Marco, Mori e Sano.
Ritorniamo in trincea ed entriamo in una cannoniera all'interno della quale è leggibile una targa con il nome "Lewandoski". Ci spostiamo poi sul lato nord e giungiamo ad una croce realizzata con travi di ferro recuperate in valle.
Un ultimo camminamento ci porta sulla cima del monte dove ci sono i resti di un osservatorio d'artiglieria in cemento armato: da qui la vista spazia dal Pasubio all'Adamello.
Ci fermiamo poi alla casetta dell'ANA dove Evelyn ci mostra reperti ritrovati nel caposaldo.. cocci di stoviglie, gavette, proiettili ecc. Nei pressi della baita la terra è martoriata qua e là da numerosi crateri testimonianza dei bombardamenti.
Dopo esserci ristorati ritorniamo alla cisterna e da qui al parcheggio.
Giunti all'auto l'istinto "castellano" non ci abbandona quindi decidiamo di andare a Pannone e visitare i ruderi di Castello di Gresta e così termina il nostro breve ma intenso pomeriggio... con l'ultima marcia dei (defici)ent!!!!


Al parcheggio
Photobucket

Trincee
Photobucket

Cucine
Photobucket

Fratelli d'arroganza
Photobucket

Targa
Photobucket

Croce su Manzano
Photobucket

Osservatorio
Photobucket

Reperti
Photobucket

Photobucket

4 commenti:

  1. ecco dov'eri!!!! :D

    Anonimo70

    RispondiElimina
  2. Buongiorno, sono Gianluca Buzzi sono il webmaster del sito web del
    Gruppo Alpini di Mori (TN), con la presente volevo complimentarvi per le bellissime foto e segnalarvi il sito web relativo le Trincee Nagia Grom situate in Val di Gresta che avete visitato http://www.anamori.org/trinceenagiagrom/ .

    ps lasciate un vs messaggio al seguente link se l'escursione vi fosse piaciuta o per qualsiasi altra informazione http://www.anamori.org/dicono_di_noi/modulo_consiglio.php

    Grazie


    Gianluca Buzzi
    sito: www.anamori.org
    sito: www.anamori.org/trinceenagiagrom
    email: info@anamori.org
    Facebook: http://www.facebook.com/TrinceeNagiaGrom

    RispondiElimina
  3. Complimenti ragazzi !!!
    Caro Giordy non mi hai mai portato a visitare quel posto.
    ciao Ev ;))
    Paisy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oi.. ciao Paisy... tutto bene????

      Elimina